Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Germania. Benessere animale: approvata legge più restrittiva

Telecamere nei macelli, divieto di stabulazione fissa per i bovini e commissario federale per monitoraggio

In Germania la legge sul benessere animale è diventata ancor più stringente. Il progetto di riforma è stato approvato dal Consiglio Federale e opera a tutto campo: dalle bestiole da compagnia alle fiere da circo. Le novità più rilevanti riguardano il settore zootecnico, a partire dall'installazione obbligatoria di telecamere all'interno dei macelli, per agevolare il monitoraggio da parte delle autorità preposte.

In futuro sarà vietato il taglio della coda degli agnelli, mentre, per quanto riguarda i suinetti saranno introdotti requisiti più restrittivi sempre per il taglio della coda. Saranno introdotti l'obbligo di anestesia per la decornazione dei vitelli con l'uso del calore e il divieto di tenere legati gli ungulati (cavalli, bovini, capre, asini, ovini).

Entro dieci anni, i bovini godranno del divieto assoluto di stabulazione fissa per tutto l’anno, salvo condizioni particolari, per le aziende con un massimo di 50 bovini di età superiore ai sei mesi: per costoro sarà possibile avere un allevamento misto, a condizione che i bovini abbiano accesso al pascolo durante la stagione di pascolo e abbiano accesso a uno spazio all’aperto almeno due volte a settimana al di fuori della stagione di pascolo. La legge introduce quindi il profilo del commissario federale per la protezione degli animali.

“Migliorare il benessere degli animali è una priorità per noi", ha dichiarato il ministro dell’Agricoltura tedesco Cem Özdemir, "perché tutti abbiamo la responsabilità degli animali in quanto creature senzienti. Con la decisione del governo abbiamo avviato miglioramenti globali nella protezione degli animali. Si tratta della revisione più ampia della legge sul benessere degli animali da molti anni”.

lml - 41339

EFA News - European Food Agency
Simili