Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

La Nuova Zelanda stanzia 20 milioni di dollari per il latte di capra

Con la cooperativa Dairy Goat

L'iniziativa mira a far crescere la capacità di ricerca e di allevamento e incrementare la produzione

La Nuova Zelanda ha lanciato un programma da 19,7 milioni di dollari statunitensi con la cooperativa Dairy Goat per incrementare l'industria delle latte artificiale di capra nel paese. Chiamato Caprine Innovations NZ (Caprinz), l'accordo quinquennale vede la cooperativa lavorare a fianco del Ministero delle industrie primarie neozelandese (MPI). L'iniziativa mira a far crescere la capacità di ricerca e di allevamento e incrementare le esportazioni del paese a 400 milioni di NZD (265,8 milioni di dollari) all'anno entro il 2023.

L'amministratore delegato della cooperativa Dairy Goat, David Hemara, ha dichiarato: "Il nostro programma Caprinz PGP (Primary Growth Partnership) mira a rafforzare la posizione della formula infantile del latte di capra come alternativa alla formula del latte artificiale convenzionale. Riconosciamo l'allattamento al seno come la migliore fonte di nutrimento per neonati e bambini. Il nostro obiettivo attraverso questo programma PGP con MPI è di aiutare i consumatori in Nuova Zelanda e all'estero nelle situazioni in cui l'allattamento al seno richiede integrazioni o non è fattibile".

L'iniziativa mira a sviluppare strumenti innovativi per consentire a tutti gli allevatori di capre neozelandesi di misurare e migliorare le loro prestazioni, garantendo nel contempo che i guadagni economici non vadano a scapito dell'ambiente rurale. Hemara ha aggiunto: "Poiché molti sistemi di allevamento di capre da latte utilizzano strutture per l'allevamento di animali fuori dal paddock, c'è l'opportunità di ridurre l'impatto ambientale dell'agricoltura pastorale attraverso conversioni da altri sistemi agricoli. Il nostro programma mira ad aumentare il numero di capre da latte a lungo termine del 50% a oltre 100.000".

Il direttore generale del Ministero per le industrie primarie, Martyn Dunne, ritiene che l'iniziativa fornirà una serie di vantaggi a livello di settore. "Oltre ai vantaggi economici, il programma Caprinz PGP mira anche a creare più di 400 nuovi posti di lavoro, a migliorare le pratiche di allevamento di capre da latte e produzione sostenibile e a potenziare le capacità in tutto il settore", ha affermato. "Crescerà inoltre la capacità di ricerca della Nuova Zelanda nella scienza dell'alimentazione e della salute, e creerà una fattoria di ricerca caprina per sperimentare le innovazioni".

mtm - 4380

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili