Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Alma inaugura il nuovo anno accademico

Festeggia il traguardo del 15 anno di attività

Molte le novità: dalla partnership con Identità Golose alla pubblicazione del libro “Next Generation Chef” passando per il nuovo sito web della Scuola

Nella cornice dell’Auditorium Paganini di Parma, si è aperto ufficialmente l’Anno Accademico 2018/19 di Alma - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana. Il management, il Comitato Scientifico, il corpo docente e una folta rappresentanza di studenti - circa 400, tra aspiranti cuochi, pasticceri, bakery chef, sommelier, maître e Food & Beverage manager -, affiancati in platea da rappresentanti istituzionali, tra cui il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, da ospiti e sponsor, hanno voluto essere presenti alla cerimonia del XV anniversario di Alma. La giornata si è aperta con una citazione di Gualtiero Marchesi, che di Alma è stato Rettore dalla nascita fino a un anno fa: grazie alla lettura del regista teatrale Pietro Arrigoni: "In Alma si imparano le basi del mestiere, si apprendono le tecniche con cui lavorare per rendere merito e per fare grande la cucina italiana. Si può fare qualcosa di grande solo se si studia sodo e si pratica senza sosta il mestiere. Lungi da me e lungi da noi, però, l'idea di creare esclusivamente dei tecnici. La cucina a cui ho sempre aspirato è la cucina della forma e della materia, la cucina intesa come cultura e come linguaggio per esprimere il meglio di sé stessi. Non basta la padronanza della tecnica, occorrono anche una sensibilità per le cose belle e la curiosità per il mondo". 

Il 2018 è un anno segnato dall’importante lavoro del Comitato Scientifico, dalla realizzazione di nuove aule e dall’impegno a livello internazionale grazie alla collaborazione con il nuovo socio Istituto Marangoni. In questo anno, anche sul fronte istituzionale ci sono stati importanti sviluppi: dall’accreditamento dei corsi presso la Regione Emilia Romagna al rapporto sempre più operativo con le Istituzioni, come il Ministero degli Affari Esteri e Ice che hanno scelto Alma per realizzare importanti missioni di rappresentanza nel mondo. Nel suo intervento, il direttore generale Andrea Sinigaglia ha tracciato un bilancio di Alma oggi, attraverso alcuni numeri significativi: gli oltre 1.000 studenti ogni anno provenienti da tutto il mondo, i 5000 m² di aule e spazi didattici, i 120 docenti che insegnano nella scuola e le oltre 400 sedi di stage in Italia e nel mondo. Il numero totale dei diplomati dal 2004 sfiora le 5000 unità e conta centinaia di casi di successo. I dati occupazionali sono un orgoglio: basti pensare che uno studente su tre in media viene assunto dalla struttura di stage in cui volge lo stage e circa il 90% trova un impiego entro tre mesi dal diploma, il 70% in Italia, il 30% all’estero. Grandi risultati raggiunti anche grazie all’attività di Alma Link e alla piattaforma Hosco. 

In seguito, il direttore generale ha annunciato tre novità: innanzitutto, un sito web più interattivo e completo per essere all’altezza della dimensione sempre più internazionale della Scuola. La seconda riguarda la strategica partnership con l’HUB di Identità Golose. La terza grande novità riguarda la pubblicazione di “Next Generation Chef – 90 prospettive per i professionisti dell’ospitalità” Edizioni Plan, il volume che vuole distillare il dibattito avviato da Alma sulle tematiche della sostenibilità, della sovranità alimentare e del benessere legato alle abitudini di consumo. Nel suo speech il direttore didattico ha fatto riferimento a lancio dei nuovi corsi per professionisti dedicati al mondo dell’ospitalità a 360° e al primo Career Day indicandolo come un momento storico del cammino di Alma nel suo dialogo con il mondo del lavoro, che finalmente trova un appuntamento dedicato e funzionale. Ospite d’onore all’apertura è stato lo chef Michel Troisgros, erede della maison francese che dal 1968 detiene, ininterrottamente, tre stelle Michelin: parliamo di uno dei vertici della gastronomia mondiale, di una cucina in continuo movimento nel segno dell’eccellenza. Nel suo intervento monsieur Troisgros ha ricordato con affetto il suo rapporto con il Maestro Marchesi e si è detto onorato di poter aprire l’Anno Accademico di un’importante scuola internazionale. 

mtm - 5139

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili