Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

L'associazione Chic compie 10 anni

Festeggiati ieri a Courmayeur, in occasione del Congresso 2019

Salgono a 123 gli associati tra cui 17 new entry

Si è svolto ieri, nella cornice regalata dallo Skyway Monte Bianco e dal suo Pavillion, il Congresso Annuale Chic – Charming Italian Chef 2019, l’evento più importante dell’anno per l’Associazione che unisce al suo interno anime e professionalità diverse. Nel corso della giornata sono stati presentati la Guida 2019/20, i nuovi Soci e i progetti per l’anno in corso. Inoltre, presso il Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur si sono svolti i festeggiamenti per i 10 anni dalla data di fondazione dell'Associazione culminati con una cena di gala firmata da sei degli Chef Chic. Il gruppo, che ha preso vita dall’iniziativa di alcuni ristoratori (meno di 50), nasceva dell’idea e dalla volontà di catalizzare lo spirito della tradizione culinaria italiana e diventare un traino convinto e convincente per il settore; aveva e ha, l’obiettivo di dare una risposta alle esigenze di fare sistema ed essere interlocutore di istituzioni e aziende che vogliono promuovere quanto di buono e bello esiste nella nostra penisola, per esportarla ovunque, attraverso manifestazioni, eventi e progetti. Cosi, nel tempo, Chic è cresciuta, di numero e nella volontà di includere artigiani del gusto presenti in altri settori della trasformazione: si sono uniti così, pizzaioli, pasticcieri, gelatieri e panificatori. Oggi, dopo dieci anni, i soci sono triplicati arrivando a 123. Nel 2019, inoltre, in tutti i ristoranti dei soci verrà introdotto il piatto sostenibile, frutto del progetto Chic Respect, che invita il settore del consumo a confrontarsi sull’attenzione e il rispetto per l’ambiente e per le sue risorse, tenendo in considerazione le ripercussioni che i cicli di produzione hanno sull’ecosistema, sulle specie animali e vegetali e sull’uomo. Il progetto è supportato da un comitato scientifico composto da esperti qualificati che hanno il compito di validare le proposte dagli associati accompagnandoli in un percorso concreto di sensibilizzazione sul tema della sostenibilità, che sempre di più favorisce scelte etiche a pratiche di utilizzo consapevole delle risorse naturali quali la riduzione dei consumi, l’attenzione al riciclo e al riutilizzo degli scarti, l’acquisto etico delle materie prime, la salvaguardia delle tradizioni alimentari, la salute dei consumatori.

mtm - 7387

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili