Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Veronesi (Assalzoo), bene Centinaio su rilancio ricerca nell'agroalimentare

"La scienza può migliorare la sostenibilità, la sicurezza e la qualità delle nostre produzioni"


“È con grande favore e assoluta condivisione che accogliamo l’apertura del Ministro Centinaio nei confronti della ricerca scientifica nel mondo dell’agroalimentare italiano”. Lo ha detto  Marcello Veronesi, presidente Assalzoo (Associazione Nazionale tra i Produttori di Alimenti Zootecnici), commentando la presa di posizione del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari Forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio, durante la recente visita all'Istituto Sperimentale Italiano "Lazzaro Spallanzani" di Rivolta d'Adda (Cr). 

“Il collegamento esplicitato dal Ministro tra tradizione e innovazione deve essere valorizzato al meglio” prosegue il presidente Veronesi “attraverso una completa riattivazione dei programmi di ricerca pubblici e privati. Ci sono dei promettenti canali di ricerca non solo nel resto del mondo ma anche nel nostro Paese, capaci di garantire una maggiore sostenibilità ambientale e un minore impiego di pesticidi, così come di migliorare la sicurezza, la qualità e le rese delle nostre produzioni. E questo non solo per cereali e semi oleosi, ma anche per molti altri prodotti agricoli tipici, come ad esempio è il caso delle viti o dei meli. Per l’Europa e per le filiere agroalimentari è un momento di transizione decisivo per evitare di rimanere indietro di fronte alle sfide del futuro”.

“È auspicio di tutti noi che dalle parole del Ministro Centinaio scaturisca una nuova stagione di azioni politiche e normative concrete a favore della ricerca e dell’innovazione. In tal senso da Assalzoo, che da sempre è in prima linea per la crescita dell’agroalimentare italiano, c’è completa disponibilità al dialogo con le Istituzioni, con il mondo scientifico e con i nostri partner di filiera”, conclude Marcello Veronesi.

 

agu - 7602

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili