Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Assalzoo, Veronesi inaugura l'assemblea

L’industria mangimistica italiana fattura quasi 9 miliardi di euro, ha 10mila addetti, e una produzione che sfiora i 14,5 milioni di tonnellate annue

“Fornire una prospettiva d’insieme della sostenibilità del sistema mangimistico nelle sue varie declinazioni: economica, ambientale e sociale. È questo il piano operativo che segnerà, negli anni a venire, il mio mandato di presidente”. Sono queste le parole di Marcello Veronesi, presidente Assalzoo, l’Associazione nazionale tra i produttori di alimenti zootecnici, che ha tenuto oggi a Roma l'assemblea annuale.

L'associazione ha avviato con Nomisma un progetto di valutazione globale della sostenibilità economica del settore.  “La prima parte – ha spiegato Veronesi – è dedicata alla sostenibilità economica, perché è bene ricordare che siamo innanzitutto impresa, facciamo parte della filiera agroalimentare che, al di là del valore evocativo degli alimenti, è un importante driver della nostra economia. In quest’ottica va interpretata anche la nuova modalità di segmentazione del volume economico del settore che vede le indicazioni relative alle premiscele e al pet-food, oltre all’usuale indicazione dei mangimi composti”.

“Tale percorso – ha continuato il presidente  – si articolerà negli anni successivi sugli altri due aspetti della sostenibilità: quello ambientale e quello sociale. Non è la prima volta che Assalzoo parla di sostenibilità. Lo scorso anno abbiamo presentato in collaborazione con Aspa un libro sui principi della sostenibilità ambientale, cui ha fatto seguito un secondo libro che presenteremo a breve dal titolo ‘Allevamento animale e Sostenibilità ambientale – Le tecnologie’”.

“È quasi una prima volta invece – conclude il presidente Assalzoo – che rivolgiamo l’attenzione alle implicazioni sociali del nostro settore che continua, nonostante il periodo di difficoltà economica generale, a garantire posti di lavoro, a preservare tradizioni e a fare da snodo essenziale per l’intero comparto zootecnico. Senza dimenticare ovviamente le questioni relative alla sicurezza degli alimenti e alla lotta contro l’antimicrobico-resistenza. Le sfide sono, al solito, tante e l’Associazione svolge un importante ruolo a fianco delle aziende per superarle”.

agu - 8071

© EFA News - European Food Agency Srl
Collegate
Simili