Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Olio extravergine. Frode fra Puglia e Toscana: sequestro e arresti

Bellanova: "La lotta alla contraffazione in cima alle priorità"

I Carabinieri del NAS di Firenze, a conclusione di un’indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, e con il supporto dei militari del NAS di Foggia, dei Comandi Provinciali CC di Firenze e Foggia, nonché da personale dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi, hanno denunciato complessivamente 14 persone per sofisticazione di olio di oliva extravergine. Nel corso delle indagini condotte nelle province di Barletta-Andria-Trani, Firenze, Foggia, Pescara, Pisa e Prato, è stato documentato il flusso commerciale di circa 50 tonnellate di olio sofisticato, procedendo al sequestro di oltre 16 tonnellate.

L'inchiesta ha portato all'arresto ai domiciliari di due persone a Cerignola (Foggia) e a Montespertoli (Firenze) per riciclaggio e ricettazione di ingenti quantità di olio di semi etichettato fraudolentemente come olio extravergine di oliva. Gli inquirenti hanno appurato che del comune olio di semi veniva reso simile all'olio extravergine di oliva con l'aggiunta sostanze come clorofilla e betacarotene, ottenendo dal processo un alto profitto illecito.

"Abbiamo un sistema di controlli tra i migliori al mondo. L'operazione odierna conferma che la lotta alla contraffazione deve essere in cima alle nostre priorità per difendere i consumatori e le nostre imprese che lavorano duramente e nelle regole. Ringraziol'Icqrf e i Carabinieri per il loro impegno quotidiano a salvaguardia del Made in Italy autentico", ha commentato oggi il neo-titolare del Mipaaft, ministro Teresa Bellanova.

ClaMos - 8988

EFA News - European Food Agency
Simili