Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Pasta di Gragnano, una Igp nel cuore della storia

Intervista con Aurora Casillo, Presidente del consorzio di tutela

E’ una tradizione secolare, quella della pasta di Gragnano, che affonda le radici fin dal 1200, quando sorsero i primi mulini per sfruttare l’acqua del fiume Vernotico, nella valle dei Mulini, a pochi km dal mare nella Penisola Sorrentina. L’arte molitoria di questi luoghi risale all’epoca romana, ma è nel sedicesimo secolo che nascono i primi pastifici, i cui discendenti produttori di oggi sono riuniti nel Consorzio della Pasta di Gragnano IGP, l'ente che per primo ha ottenuto questo riconoscimento per la pasta di qualità.

ll Consorzio svolge anche un importante ruolo sociale, contribuendo al restauro e alla conservazione della valle dei Mulini: il primo tra questi restauri, l’Antico Mulino Porta Castello di Sopra, risalente al 1616, è stato riattivato e riconsegnato alla Città.

Guidato da pochi mesi da Aurora Casillo, il Consorzio ha colto l'occasione della 19a edizione della Festa della Pasta, per tracciare un bilancio delle attività e offrire un primo outlook sul 2019. Sentiamo ai microfoni di EFA News l'intervista con Aurora Casillo, Presidente del Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano Igp.

Guarda il video:

agu - 9215

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili