Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Aic Lombardia, bilancio di un anno di attività

Da oltre 40 anni l'associazione è al fianco dei celiaci

Con 49 volontari, oltre 400 locali informati, diverse pubblicazioni all’attivo e 12 mila studenti coinvolti nel progetto scuole, la Onlus svolge un ruolo attivo per migliorare la vita dei celiaci lombardi.

Ricevere il Prontuario Aic degli Alimenti e la guida che permette di trovare in tutta semplicità le strutture aderenti al progetto Alimentazione Fuori Casa, usufruire di sconti e agevolazioni presso attività convenzionate e accedere all’applicazione Aic mobile da tre dispositivi diversi. Sono solo alcuni dei buoni motivi per iscriversi all’Associazione Italiana Celiachia Lombardia, realtà che da oltre 40 anni è al fianco dei celiaci che vivono in Regione. Nata nel 1979 dall’iniziativa di un gruppo di genitori, medici e operatori sanitari che decisero di affrontare insieme la celiachia, la Onlus conta oggi 49 volontari distribuiti su tutto il territorio e, stando alle ultime cifre, oltre 5.000 associati. Tra le attività messe in campo da Aic Lombardia rientrano, inoltre, l’implementazione del progetto Alimentazione Fuori Casa che permette a chi convive con la Spiga Barrata di mangiare fuori casa in tutta tranquillità, numerosi incontri informativi nelle scuole, pubblicazioni per grandi e piccini ideate per fare cultura sulla celiachia, la campagna realizzata con il duo di youtuber “The Coniugi” nonché eventi conviviali e manifestazioni podistiche. 

“Iscriversi ad Aic Lombardia non solo consente di accedere a tanti vantaggi, ma permette anche di sostenere l’associazione – spiega Isidoro Piarulli, presidente di Aic Lombardia – Grazie a questo contributo, infatti, siamo in grado di portare avanti svariate iniziative sul territorio, attività che possono davvero fare la differenza per i 36.500 celiaci diagnosticati che risiedono in Lombardia. Per iscriversi bastano meno di 11 centesimi al giorno: la quota associativa annuale è, infatti, di 40 euro. Si tratta di un piccolo contributo, ma che rende possibili iniziative che aiutano a migliorare la qualità di vita di tutte le persone celiache che vivono nella Regione con più diagnosticati in Italia”. 

mtm - 9823

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili