Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Etichette intelligenti sulle confezioni di carni rosse e pollame?

Negli Usa allo studio un prototipo che ne misurerà la freschezza in tempo reale

Etichette intelligenti potrebbero aiutare i consumatori a sentirsi più sicuri circa la freschezza di carni rosse e di pollame. Negli Usa, Ynvisible, una società specializzata in tecnologia intelligente e display elettrocromici stampati, ha collaborato recentemente con Innoscentia, impresa attiva nella di tecnologia alimentare, per integrare sensori personalizzati e produrre un prototipo di etichetta intelligente specificamente progettata per le industrie della carne e del pollame.

“Il vantaggio principale di questa tecnologia è che può far risparmiare carne perché può prolungare la durata del prodotto sullo scaffale. Le tradizionali etichette recanti la scadenza, hanno sì un margine di sicurezza che garantisce che il prodotto può essere consumato fino ad una soglia-limite, indipendentemente però dal fatto che ne siano state osservate le norme per un perfetto stato di conservazione", ha affermato Philip Holgersson, Business Developer di Ynvisible. "Combinando la tecnologia dei sensori Innoscentia con i nostri display e l'esperienza nel campo dell'elettronica stampata, possiamo creare un'etichetta che misuri la freschezza delle carni in tempo reale. Una tecnologia che consente il monitoraggio della qualità del cibo in tempo reale può ridurre lo spreco del cibo stesso riducendo al minimo anche la quantità di prodotto avariato". In sostanza dunque una soluzione che mira a ridurre in modo significativo lo spreco di cibo e a rilevare quello avariato in tempo, anche prima della data di scadenza. 

Secondo quanto riporta oggi un portale specializzato in notizie e analisi per l'industria avicola globale, sono più di 48 milioni gli americani che ogni anno sono interessati da una malattia di origine alimentare, e di questi 3.000 ne rimangono vittima, stima il Center for Disease Control and Prevention statunitense. La carne di pollame contaminata o avariata è la causa alla base del 19% dei decessi attribuiti a malattie di origine alimentare.

Il display del prototipo d'etichetta allo studio è realizzato con elettronica organica stampata e contiene tre indicatori i cui parametri si modificano col modificarsi dello stato di freschezza delle carni al momento dell'acquisto. I consumatori potranno anche scansionare l'etichetta con il telefono cellulare per visualizzare ulteriori informazioni sul prodotto stesso. "Il display è una componente cruciale di queste nuove etichette, che funge da interfaccia tra l'essere umano e la confezione con l'etichetta intelligente", ha spiegato Holgersson. "Dal punto di vista industriale ha basso costo di produzione".

Il display può anche essere combinato con altre tecnologie di sensori per servire a scopi diversi o per prodotti diversi, che nel futuro potrebbero andare ad esempio dalla rilevazione del pH alla temperatura, all'umidità, alla presenza di sostanze chimiche e molto altro.

 .

clm - 15596

EFA News - European Food Agency
Simili