Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Agrifood 4.0: le leve per rilanciare lo sviluppo

Blockchain, credito d’imposta, incentivi e formazione: la ricetta dell'osservatorio "Riparte l'Italia"

“L'era dell'Agrifood 4.0: sostenibilità e digitalizzazione” è il tema del webinar organizzato dall’Osservatorio Economico e Sociale Riparte l’Italia, in collaborazione con Value Target. L’evento ha visto protagonisti Francesco Raimondi, ceo di Value Target, Luisa Todini, presidente di Todini Holding, e Federico Sannella, direttore delle Relazioni Esterne di Birra Peroni.

"L’agricoltura ha sempre avuto la possibilità di avere agevolazioni a livello europeo. Ma si trattava di un’agricoltura tradizionale, che non andava verso il futuro, faticosa e incerta", ha spiegato Francesco Raimondi. Ora con il Piano nazionale di ripresa e resilienza, si guarda al domani. E una chiave per finanziare il domani è quella della finanza agevolata con il «credito di imposta che è liquidità, un incasso netto".

"Il fondo perduto – ha ribadito la presidente Todini - va ad agevolare le imprese che hanno già le spalle larghe, mentre il credito di imposta favorisce i piccoli imprenditori e i loro progetti".

In questo campo, spiega Federico Sannella, "sarà il consumatore a muovere la transizione» attraverso la scelta di acquisto del prodotto. Attraverso la tecnologia della blockchain, sarà possibile raccontare la tracciabilità della merce: «La blockchain registra il momento in cui gli agricoltori fanno il raccolto, con tutte le caratteristiche dell’orzo. Il momento in cui l’orzo viene poi conferito nei nostri stabilimenti, in malteria, trasformato in malto e poi inserito nella produzione della birra".

La blockchain, inoltre, non mostra solo la storia del bene di consumo, ma serve anche a definirne il livello di sostenibilità in termini di impatto ambientale: «Quando parliamo di sostenibilità bisogna misurarla» spiega il direttore delle Relazioni Esterne di Birra Peroni. "La capacità di tracciare il prodotto è un prerequisito per misurare poi il proprio impatto a livelli di emissioni di carbonio e consumo di acqua".

Riguardo all’importanza della consulenza e della finanza agevolata, Raimondi, formatore e senior advisor finanziario, ha spiegato che "gli strumenti finanziari a disposizione degli imprenditori sono tantissimi, dai crediti di imposta ai fondi europei, bandi e agevolazioni che spesso non vengono sfruttati per la difficoltà burocratica e normativa, l’intervento di un consulente esperto può decifrare le normative e fornire velocemente il giusto strumento finanziario per ogni singola azienda".

red - 21142

EFA News - European Food Agency
Simili

AttualitàTrattato del Quirinale: firmato accordo tra Italia e Francia

I due paesi si uniscono anche nella difesa dell’agricoltura e delle produzioni alimentari

Italia e Francia si “impegnano a sostenere, proteggere e promuovere, sia nell’Unione Europea che nei paesi terzi, a livello bilaterale, plurilaterale e multilaterale, le denominazioni d’origine e le indicazioni geografiche registrate nell’Unione Europea” per combattere i falsi a tavola che ingannano i consumatori e colpiscono duramente l’economia e l’occupazione dei due paesi. continua