Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Kazakistan chiude l'import di piante da orto turkmene

Nello specifico piante di pomodori e peperoni perché portatrici virus ToBRFV

Il Kazakistan ha imposto il divieto di importazione di piantine di pomodori e peperoni dal Turkmenistan. Secondo quanto riporta oggi Ice su fonte Interfax, il comitato d'ispezione statale kazako ha introdotto il divieto a partire da ieri 7 giugno con il beneplacito del ministero dell'Agricoltura nazionale, il quale in una nota emessa appunto ieri ha informato che la misura è stata decisa in seguito alla conferma in 19 ispezioni del rinvenimento di piantine infette dal Tomato brown rugose fruit virus, noto come Virus ToBRFV. Un veto imposto dunque per evitare il diffondersi del contagio nel territorio kazako.

Il Virus ToBRFV appartiene al genere virale dei Tobamovirus, ed è stato identificato e caratterizzato per la prima volta in Giordania nel 2015 su piante di pomodoro. Nell’autunno 2014, una nuova malattia su pomodoro con sintomi simili era stata già segnalata nel sud di Israele da dove si è diffuso rapidamente in tutto il Paese. Nell’arco del 2018, nuove segnalazioni vengono riportate in pomodoro in Germania e California, in Messico su pomodoro e peperoncino, in Palestina ed in Italia dove il virus è stato trovato su piante di pomodoro in Sicilia, provincia di Ragusa. Può contagiare anche piante di peperone e diversi tipi di piante da frutto. Il virus può diffondersi anche a lunga distanza attraverso il commercio appunto di materiale infetto come semi o piantine (fonte Crea e Regione Lazio).

NDub - 19324

EFA News - European Food Agency
Simili